IL LIBRO: STORIE DELL'INDIA

Storie dell'India

Zahoor Ahmad Zargar - Renata Rusca Zargar
Storie dell'India

pag: 160; € 10.00

ISBN: 978-88-6092-070-0
Edizioni Progetto Cultura, Roma 2007

Il libro

I racconti di questo libro vogliono diffondere quello che ho visto e sentito in tanti anni di viaggi, le persone che ho conosciuto, i luoghi, la sensazione di quanto quel mondo sia difforme oppure uguale al nostro, a seconda di come vogliamo considerarlo. Seppure in maniera fantastica, narrano di personaggi e situazioni che avrebbero potuto essere reali, ambientati in ciò che esiste davvero.
Diverso è il punto di vista per quanto riguarda i racconti di mio marito Zahoor. Egli ha lasciato quel paese, il suo paese, e si è trovato catapultato in questa società confusa sui valori di riferimento, stressata e consumista. Le sue storie rispecchiano il disagio davanti a problemi che non aveva mai saputo esistessero, all’esteriorità imperante, ma anche esprimono il suo universo lontano, i sentimenti, le tradizioni e i contrasti della madrepatria.

Se al lettore sorgerà il desiderio di visitare l’India avremo raggiunto lo scopo di questo libro, ma se avrà amato, almeno per il tempo della lettura, quel lontano e magnifico Paese, se avrà partecipato alle vicende dei personaggi che animano queste “Storie” con umana compassione, se avrà capito che ciò che è diverso rende il tutto più grande e più bello, allora anche la nostra vita non sarà stata inutile... (Renata Rusca Zargar)

Gli autori

Zahoor Ahmad Zargar, nato a Srinagar, capitale dello Stato indiano del Kashmir, vive a Savona da circa vent’anni, dove si è subito inserito positivamente e con successo nel mondo sociale, letterario e intellettuale.

Renata Rusca Zargar è nata e vive a Savona. Insegnante di materie letterarie, è studiosa di cultura islamica e indiana. Collabora con giornali e riviste e ha al suo attivo numerose pubblicazioni che ne testimoniano l’impegno letterario.

RECENSIONE:

Ugo Tombesi“LIBROMONDO” - Campus Universitario di Savona

L’autrice, nella presentazione di questa raccolta di racconti scritti con il marito Zahoor Ahmad Zargar, si augura che il libro susciti il desiderio di visitare
l’India, ma soprattutto l’amore “almeno per il tempo della lettura per quel lontano e magnifico paese”. L’idea del viaggio in India alla scoperta di quel
misterioso subcontinente è stata, a suo tempo, tra le più presenti nella generazione di chi scrive. Un viaggio, si badi, in cui, per dirla con lo storico
Stefano Pivato nella recente pubblicazione “Vuoti di memoria”, il bagaglio mentale contenga soprattutto gusto per la scoperta e la conoscenza, mentre oggi il turista ha sostituito il viaggiatore e si viaggia sempre
più con il corpo e sempre meno con la mente. “Il viaggio” che dà il titolo al primo racconto è viaggio di corpo e di mente. I racconti di Zahoor Ahmad
Zargar ( nato a Srinagar, capitale dello stato indiano del Kashmir) e di Renata Rusca Zargar (nata a Savona dove vive e insegna materie letterarie),
hanno questo effetto di attrazione verso il mondo che descrivono e traspare, anche tra le righe, una vera e propria tenerezza che lega i due autori
all’India. Parlo di tenerezza, anche se gli scritti sono sovente contrassegnati da eventi tragici e da sciagure. In particolare l’autrice si sofferma, quasi
empaticamente, sulle drammatiche vite delle donne e la ricerca e l’analisi sulle loro condizioni è in primo piano nell’economia del narrare. Qualche volta si affrontano argomenti diventati oggetto del nostro immaginario quotidiano (i paria e il terrorismo, il burka e il fondamentalismo). “In India i cambiamenti sono più lenti dello scorrere della vita” ci dicono gli autori e non è, a differenza di quanto si possa pensare, un logoro stereotipo a cui rischia di sostituirsi quello di certa vulgata giornalistica a proposito dell’irresistibile ed innegabile decollo economico di quel paese, apparente soluzione di tutti i mali. Il libro dà conto della coabitazione, spesso tragicamente conflittuale, tra molteplici fedi religiose: l’Islam di Zahoor Ahmad Zargar, l’Induismo delle caste e dei roghi delle vedove e il buddismo, praticato nel Piccolo Tibet del Ladakh, tra le altre.
“Per qualcuno l’India - ci ricorda Renata Rusca Zargar riprendendo un testo di geografia - è la terra dei contrasti, per altri è la terra di molte culture diverse. Ma il popolo, in ultima analisi, è la maggiore risorsa di ogni paese. E ciò è per l’India. Il popolo indiano, con il suo genio, ha fatto questo paese così com’è
oggi” Tra le molte opere che hanno preceduto la pubblicazione di questo volume ci piace ricordare il libro “L’Islam possibile in Italia”, che configura i due autori anche come saggisti e studiosi di cultura islamica.
Ugo Tombesi
“LIBROMONDO” - Campus Universitario di Savona, Palazzina Branca, via Cadorna, 17100 Savona
tel +39 019 263087 – email: libromondo@aifo01.191.it
www.campus-savona.